venerdì 2 ottobre 2015

Tu se' per me una para di mutande

  Tu se’ per me una para di mutande
di quelle comode larghe sfondate,
ch’ancor c’infolo cose che son grande,
ma me l’avean di piccolo comprate.
Dentro, le man, quand’è che ci si spande,
di lì si sciolgon mai se non sbagnate.
Ed è allo stesso modo che t’indosso:
ti slarga solo quando son sol osso.

para di mutande